Spaghetti alla carbonara di zucchine

zucchine e carbonara.jpgSpaghetti alla carbonara di zucchine: questa versione della carbonara “light” in cui alla pancetta si sostituiscono le zucchine è adatta anche ai vegetariani.

Se preferite potete aggiungere anche delle melanzane a dadini o dei peperoni. Le verdure vanno comunque saltate in padella tutte assieme prima di essere aggiunte alla pasta.

Ingredienti per 4 persone

450 gr di spaghetti numero 5
2 zucchine tipo genovesi di media grandezza
3 uova
2 spicchi d’aglio
prezzemolo
pepe nero

Come prepari gli Spaghetti alla carbonara di zucchine

Lava le zucchine e tagliale a cubetti. Metti quindi un cucchiaio di olio d’oliva in una padella larga e fai soffriggere gli spicchi d’aglio a fiamma bassa. Dopo 3 minuti toglilo dalla padella e versa le zucchine facendole prima doprare a fiamma alta e poi stufare con mezzo bicchiere d’acqua. Batti le uova in una terrina con una spolverata di pepe (se ti piace anche della noce moscata). Fai cuocere gli spaghetti, scolali al dente e saltali in padella con le zucchine, aggiungendo il prezzemolo. Versa la pasta in una spaghettiera e amalgama bene con un battuto di uova e grana. Per una buona carbonara e le uova non vanno aggiunte nella padella, perché  “seccherebbero”. Vanno aggiunte nel piatto da portata così restano “morbide”.
Buon Appetito!

Ricette correlate:

Spaghetti al tartufo nero
Spaghetti o linguine
al pesto

Spaghetti aglio e olio e peperoncino
Spagh
etti al pomodoro: versione dello chef
Tutti i piatti a base di pasta


Spaghetti alla carbonara di zucchineultima modifica: 2012-04-19T13:17:40+00:00da magnolta
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Spaghetti alla carbonara di zucchine

  1. Sorveglia la caramellizzazione, se è troppo scuro tende a diventare amarognolo.
    Scalda il forno a 200° e adagia il disco di pasta brisée, leggermente più grande del diametro della tortiera, sopra le mele, sigillando bene tutto e senza fare buchi.

  2. Non so se è cosa ortodossa, ma il meglio sarebbe metà e metà (50+50 gr con le dosi indicate). L apasta deve essere corta e le trofie (fatte strofinando le mani impregnate di pasta, da cui il nome) vanno benissimo; altrimenti userete le lagane (tagliatelle lunghe 5-8 cm) fresche.

  3. Metti la torta nel forno per 20 minuti: la pasta deve essere leggermente dorata. Fai riposare per 5 minuti quindi appoggia un piatto sulla tortiera e rovescia rapidamente.
    Va servita calda o tiepida. Puoi aggiungere crema o gelato e una spolverata di cannella.

Lascia un commento